lunedì 9 dicembre 2013

cose da vivere: caro Babbo Natale

Ed eccoci qua..sembrava ieri che erano finite le vacanze estive e in un battibaleno sono a farmi prendere dall'ansia dei regali di Natale.
2 settimane ragazze, abbiamo 2 settimane per fare un po' di ordine mentale e decidere se a tua sorella serve un ulteriore sessione di massaggi o se l'ennesima smartbox che vorresti regalare ai tuoi rimarrà inutilizzata come quelle degli ultimi 2 anni...
Ma soprattutto c'è pochissimo tempo per stilare la nostra personalissima lista di babbo Natale.
Lo ammetto, io fino a circa una settimana fa non avevo una vera e propria lista, non sono così pretenziosa o materialista, poi qualcuno ( si,...un uomo... O_o) ha ben pensato di fare la domanda peggiore che potesse fare ad una donna : "cosa vorresti per Natale" anzi " cosa ti servirebbe?"
Chiedere questo ad una donna equivale ad aprire il vaso di Pandora #sapevatelo
Te lo chiede e tu ti senti avvolta in un turbine di idee e desideri..ti sembra di essere tornata bambina, gli occhi ti si illuminano, continui a ripeterti come un mantra " sii riflessiva e non affrettata, sii riflessiva e non affrettata, riflessiva non affrettata".
Così appena ti ripigli gli rispondi con un poco convincente "nieeeeeente".
Dato per certo che al momento l'unica cosa che veramente utile sarebbe un divano letto matrimoniale ( dove riuscirei ad evitare di prendere a testate il comodino e avere la possibilità ogni tanto di dormire con te)  posso io chiedere un divano letto matrimoniale come primo regalo?
La risposta la sapete già...
Passiamo quindi alla parte divertente: le cose che vorrei e che potrebbero anche non essere utili ma stupende da ricevere per Natale.

1) questa però è utilissima: IL CLARISONIC
si, avete capito bene, ci riprovo. Visto che per il compleanno  ho ricevuto il vibratore (che era l'alternativa) a Natale vorrei tanto tanto tantissimo avere un metodo un po' più, ehm, ortodosso per migliorare la mia pelle. Se non ne siete ancora convinte potete guardare pure Clio, anche lei ormai convinta dell'estrema efficacia di questo gioiellino oppure rileggere quello che raccontavo a giugno quando era appena arrivato da sephora.

 
Posso chiedere un regalo del genere ad un uomo?
No, infatti questa è per te, mamma -_-
( se ti sbrighi c'è pure la confezione natalizia con spazzola deep pore in omaggio ;))
 
2) lavorando in profumeria dovrei già avere tutto quello che una donna desidera..e invece no!
Voglio quello che non ho: BEIGE di CHANEL I want u
 
"Mi rifugio nel beige perché è naturale" diceva Mademoiselle..e io dove dovrei rifugiarmi???
 
Allora, spieghiamo.
Beige è uno dei profumi di Chanel della collezione esclusiva, che potete ovviamente trovare solo nelle boutique o da Rinascente (della serie l'erba del vicino è sempre la più verde)
Perché mi piace? perché è un profumo dall'eleganza estrema ( fiori di frangipane, biancospino e miele) in mezzo a troppe fragranze dozzinali ( vaniglia e fava tonka come se non ci fosse un domani)
 
3) un portafoglio così composto: piccolo (mi deve stare anche dentro la pochette cazarolllla) con lo spazio solo per i soldi in carta ( ho un portamonete fichissimo che mi ha regalato un'amica) e tanti scompartimenti per le millllioni di carte in mio possesso. Il mio si sta autodistruggendo e a breve comunque lo comprerò...
 
 
4) candele...candele come se piovesse. Profumate ovviamente!
e siccome la parola dell'anno è shabby chic io le voglio così:
 
 
 
Per tutti i miei amici milanesi le potete trovare da Amore e Psiche in via de Amicis 44...io un giro ce lo farei....
 
5) una shopping bag: noi donne non abbiamo mai abbastanza borse, figuriamoci poi borse grandi da tutti i giorni. Lasciando perdere la Falabella di Stella McCartney ormai vista e rivista, io ho scelto mulberry, la borsa delle vere IT girl: capiente ma non enorme saprà di certo contenere tutta la mia esuberanza..diommmmio se sei perfetta!
 

avviso ai naviganti: ok, qui sto veramente prendendo il volo ;)
 

6) last but not least...c'ho pensato, riflettuto attentamente, rimuginato...ma il vero regalo inutile ma di sicuro effetto avrebbe la scatola di colore azzurro....sarebbe un braccialetto e se possibile vorrei che assomigliasse a questo modello...
 

 
Vabbè se Tiffany ti sembra troppo commerciale mi accontenterò anche di Bvlgari o Cartier ( addddoro ironizzare ) l'importante è che sia così ( le palline sono di spinello nero..non plastica...non diamanti)
L'ho detto io che certe domande non bisogna farle.....
 
In ogni caso, lasciando perdere la parte materialista del Natale che ci vuole intenti a comprare come prima più di prima, quello che veramente vorrei è avere più tempo.
Natale è il periodo più bello solo se lo passate con chi volete..quindi..sbrigatevi a comprare sticaxxo di regali e non rompete le palle fino all'ultimo che già non vi sopporto più... perché giusto per la cronaca il regalo bello grande che costa poco è nasola! #sapevatelo
Io voglio il Natale con te.
 
stay tunned
feltrinelly un po' meno grinch quest'anno
 
 



lunedì 18 novembre 2013

cose da avere: un profumo di donna...

Ogni donna lo sa: il profumo giusto aumenta di almeno il 30% la capacità di attirare esemplari dell'altro sesso.
Ma non solo, il profumo giusto è una metafora odorosa di voi stesse, un modo per esprimervi, oppure per descrivervi senza l'uso delle parole.
Ecco perchè non è facile scegliere il profumo ( soprattutto se state cercando un profumo fresco e alla povera commessa chiedete di farvi sentire hypnotic poison che è vaniglia pura..) e molte volte ci vogliono diversi tentativi non sempre cost-less.
Immaginate quindi la mia gioia infinita quando sono entrata da Amore&Psiche, un negozio di profumeria di nicchia in via de Amicis 44( a milano ovviamente!)
Per quale motivo?
Oltre al fatto che è frutto del lavoro sodo di una mia amica, nata psicologa e diventata profumiera per necessità , con il pallino dell'imprenditoria, io mi sono innamorata di questo luogo.
I colori pastello e lo stile bon ton ti fanno sentire come se tu fossi all'interno del film Marie Antoniette di Sophia Coppola ( da un momento all'altro ti aspetti solo che entri qualcuno a portare dei Maccarons).
L'atmosfera è rilassata, puoi girovagare per il negozio, spruzzare profumi, mangiare caramelle ( si, avete capito bene ci sono ben 3 vasi pieni di invitanti marshmallow), oppure ti puoi far accompagnare da Tatiana alla scoperta dei profumi.
Lei, oltre ad essere preparata ( sephora è la migliore scuola che conosca in fatto di profumeria) è una donna curiosa che avendo già in mente il progetto, si è fatta tutte le fiere più importanti dei profumi, arrivando fino a Grasse, la città del profumo. Il suo obiettivo? recuperare il numero maggiore di essenze: la base di qualsiasi profumo.
Nel suo lungo pellegrinare è riuscita a raccoglierne diverse e a raggrupparle in note di testa, di cuore e di fondo ( così finalmente la smetterete di dirmi che la vaniglia è una fragranza fresca ^_^).
Partendo da qui ha progettato e realizzato un vero e proprio percorso olfattivo che iniziando con una piccola intervista (giusto per individuare una famiglia olfattiva, mica vitamorteemiracoli...) e passando attraverso lo sniff sniff delle essenze raccolte ha l'obiettivo di individuare il PROPRIO profumo.
Una volta individuata l'essenza preferita, ti verranno proposte alcune variazioni al tema,la fragranza prescelta verrà spruzzata su un nastro di raso e legato al braccio, e se ancoranon ne siete convinte potrete rilassarvi e stare a pensarci un po' nel soppalco, dove Tatiana ha ricavato un minibar con caffè aromatizzato ( vaniglia, cioccolato echi più ne ha ne metta) o tisana.
Ovviamente non troverete l'acqua di gioia di Armani o l'hypnotic poison di Dior, per quelli vi consiglio di continuare ad andare da sephora (:)), qui troverete Joy di Patou ( il profumo nato nel 1929 con l'intenzione di essere la fragranza più costosa al mondo) e tante altre fragranze chic...rischierete quindi di avere un profumo raro ( unico costerebbe troppo....)
Che dite...facciamo un giretto???

kisskiss
feltrinelly
 





 

 


lunedì 11 novembre 2013

cose da sognare: sant'antonio pensaci tu!

L'ho detto più volte: essere single a trent'anni può essere un problema.
Le tue amiche fidanzate, magari sposate che non hanno più voglia di uscire, in più ogni volta che incontri un tipo hai sempre di più la sensazione di stare all'interno di una puntata di biutiful...della serie mi piaci ma non sono pronto....( chiamami quando suona il campanello dell'avvenuta cottura...)
Insomma è difficile..lo sappiamo...in alcuni momenti la disperazione (sevabbhe esagerata) è tale che potresti avere la sensazione di non sapere più a che santo votarti.
Per fortuna che io ho un amica brasiliana.
Vi chiederete perchè....
Dovete sapere che il Brasile ( secondo i racconti della mia amica) assomiglia molto al paese dei balocchi dove puoi trovare una soluzione a qualunque problema.
Vuoi trovare marito?
Sant'Antonio pensaci tu.
Se in Italia Sant'antonio è il protettore degli animali domestici ( almeno così me l'hanno sempre raccontata), in Brasile questo è il santo protettore delle zitelle.
Ok, direte voi, che debbo fare? un pellegrinaggio a Padova? prendo un cane lo curo nella speranza che per osmosi io proteggo gli animali e tu mi trovi un fidanzato? Alla sera devo dire una preghierina a lui invece che a Gesù??
Niente di tutto ciò...il brasile insegna.
Ecco le istruzioni per l'uso.

1) compra una statua di sant'antonio
2) posiziona la statua in frigo
3) ovviamente dovete metterla a testa in giù...più il santo è sacrificato e meno ci mette a trovarvi un fidanzato......

unico dubbio che mi è rimasto è....ma funziona solo con il santo comprato in brasile???
No.... perchè sennò alla mia amica brasiliana devo fare un ordine importante di santi....;)

stay tunned
Kisskiss feltrinelly

lunedì 4 novembre 2013

cose da vivere: il kit di sopravvivenza

Di solito funziona così: passi almeno due ore tra phon,piastra, cipria, fard, terra, illuminate,mascara, gloss.....e poi esci.
Se esci con un tipo poi aggiungi almeno mezz'ora per la scelta del look giusto....e quindi ti guardi allo specchio e ti senti nabomba sexy che Belen Rodriguez ti fa un baffo.
Poi, se l'effetto Belen porta risultati insperati (col tipo) e come un'illuminazione sulla via di Damasco scopri di avere una domenica libera potrebbe capitare ( cioè lo chiami e gli dici di organizzare qualcosa) di uscire per una gita fuoriporta.
No problem direte voi, ti alzi all'alba e replichi il tuo solito rituale di bellessssa ( magari con un po' meno fard).
No problem stocazzo se lui ha deciso di farti una sorpresa e tu riesci a capire dei pochi indizi che ci sarà da avere a che fare con:
-acqua e/o
-sudore...
- peggio...cloro
Avendo subodorato che la direzione era un centro benessere ( in realtà un parco termale...eccolo )
il parco termale Aquardens

 ieri mattina ho provato a organizzare il beauty d'emergenza ( del tipo in caso di neve..colmar)

Cosa ho portato?
1)Nuxe, huile prodigieuse: eccezionale olio che idrata viso, corpo e capelli ( mica mi posso portare mezzo bagno!)
2)Nuxe, teint eclat prodigieuse : crema colorata, dona un colorito naturale ed è il top della gamma dopo essere stata 6 ore a mollo nel cloro che per la cronaca sbianca un casino....
3)Benefit hello flawless : fondotinta in polvere compatto, non solo opacizza ma va a uniformare la pelle,  aiuta a dare alla pelle un aspetto vellutato come una pesca
4) un fard color amarena: due passate e l'effetto salute è garantito
5) Ysl, mascara babydoll: un mascara che separa le ciglia e va a evidenziarle senza esagerare per un effetto vedo non vedo ( secondo lo sguardo maschile..una donna riconosce un occhio con mascara lontano millemiglia)
6) Tek pettine: a denti larghi di legno antistatico, piccolo ma perfetto in tutte le situa d'emergenza..
7) deo..what else?

Il piano era perfetto soprattutto perchè in tutti i casi io avevo considerato che gli spogliatoi o changing room fossero divisi tra uomini e donne e quindi avrei avuto il tempo tecnico per entrare nammerda e uscire stupenda...e invece no...gli spogliatoi erano misti, le doccie erano miste..ci mancavano i bagni misti ....
Morale? Mentre lui si finiva di fare la doccia ( fai con calmaaaaaa ehhh!) io mi sono cambiata tipo flash, per poi fiondarmi di fronte al primo specchio nell'angolo phon cercando di recuperare il recuperabile nel minor tempo possibbbbbile in modo da sembrare fresca come una rosa anche se struccata ;)
se bella vuoi apparire un po' devi soffrire ( mi sono quasi ustionata la testa col phon e accecata cercando di mettere il mascara senza guardare...)
In un manga giapponese mi avrebbero disegnato il fumo da tutte le parti..
Arrivato a recuperarmi io stavo tranquillamente finendo di asciugarmi le punte dei capelli...come se fosse la cosa più naturale del mondo.( salvo aver sudato 7 camicie per fare tutto senza che mi beccasse O_o)

Tutto ok quindi, tranne per i capelli che senza piastra hanno preso un volume della madonna....un po' wham style...chevvidebbodi la bacchetta magica era LA SOLUZIONE...ehehe

stay tunned
kisskiss feltrinelly :)



martedì 22 ottobre 2013

cose da vivere: l'amore ai tempi di facebook

Facebook ci ha cambiato la vita.
Prima esisteva solo l'off-line.
Ora passiamo almeno 7 ore della nostra vita on-line ( grazie Bauman per avermelo fatto scoprire ;)).
Su facebook condividiamo tutto, dal piatto di pasta che ti cucini per la prima volta alla foto con la nonnina di novant'anni, alle foto con le amiche quando siete fuori a caccia di uomini, quasi fosse un diario che in alcuni casi dimentichiamo essere pubblico.
Uno dei casi dove uno dovrebbe ricordarsi questo piccolo particolare è l'ammmore ( e tutte le variazioni al tema)
L'amore su facebook assume le forme più strane creando alcune patologie incurabili nelle donne in possesso di un account...ecco le categorie osservate:
1) le status dipendenti: sono quelle che non appena conoscono un tipo interessato cambiano lo status da libera a " impegnata" ( forse intendono impegnata a fantasticare....)
2) le drama queen: postano qualsiasi foto o scritta da diabete puro ( sempre dopo 2 giorni che l'hanno conosciuto, sapete su fb il tempismo è fondamentale) 

sandro meyer di diva e donna????


3) le tag dipendenti: in ogni posto dove vanno con lui si taggano ( della serie ci faccio la pipi intorno se non l'avete ancora capito amichette)

4) le foto artist: quelle che si fanno fare le foto con lui nei locali e poi le pubblicano(taggando anche lui ovviamente)

5) le lemonade: postano solo foto in cui limonano con il tipo..che differenza fa se poi ad un certo punto il tipo cambia...

6) le coraggiose: mettono addirittura la foto profilo assieme al loro lui ( sempre due giorni dopo averlo conosciuto)

7) le bacheca dipendenti: quelle che pubblicano nella bacheca del loro lui frasi tipo: buonanotte......ti amo...ecc( ma il classico messaggio no?) 


A questo punto dite... come mi comporterei io?
Penso che la vita vera sia quella vissuta off-line e con questa filosofia agirei e agisco di conseguenza.
Le persone ( amici, sorella mamma, papà ecc) a cui voglio far sapere che c'è una persona speciale comunque lo sanno..perchè sbandierare ai quattro venti un sentimento che, soprattutto all'inizio è così intimo e va condiviso solo con il tuo lui?

Non è che tutto questo bisogno di far sapere al mondo che anche noi abbiamo qualcuno denota solo una ricerca di affermazione d'identità..della serie prima ero nessuno..ma ora non sono più single....

che pochezza....che amarezza...
dov'è finito il girl power???

...stay tunned
feltrinelly in the mood of love ;)

ps..con whatsapp come siete messi??? ecco un video divertentissimo e troppo veritiero...



giovedì 3 ottobre 2013

cose da vivere: trasloco parte seconda

E quindi è arrivata l'ora di sloggiare.
Traslocare non è mai veramente semplice per una donna.
Per una trentenne, single che lavora nel campo beauty può essere una tragedia di caratteri cubitali.
Se poi il tuo quasi ex padrone di casa ti dice che l'appartamento va lasciato non ammobiliato non è una tragedia è una vera catastrofe.
Questa volta però, arrivata al trasloco n. 10 della mia vita non mi sono fatta prendere dal panico e per quanto riguarda mobili e simili mi sono affidata un po' ad ebay ( che in realtà è molto lento...), un amico immanicato con il mondo e una pagina facebook molto carina che si chiama " te lo regalo se lo vieni a prendere".
Proprio quest'ultima mi sta aiutando nell'ardua impresa di svuotare la casa che ho costruito e arredato a mia misura. Una bella idea che mi ha risolto un po' di grattacapi e mi ha permesso di aiutare altra gente con il problema esattamente opposto al mio ;)
Funziona più o meno così: tu fai una foto a l'oggetto che vuoi regalare, la posti sulla pagina del gruppo, poi in base al tuo libero arbitrio scegli a chi assegnarlo tra le persone che commentando la foto scrivono coda.
Il bello è che poi quando vengono a ritirarlo ti ringraziano assai, come se improvvisamente fossero riemerse le persone educate!
Tralasciando gli ultimi rimasugli di sconforto avuti smontando la libreria billy (si, quella che avevo montato con l'innominabile..vabbè) ce la stiamo facendo!!!
A poco a poco la casa riinizia ad avere il rimbombo tanto è vuota e io non vedo l'ora di passare all'altra per togliermi la sensazione di dolore causa fine di un abitudine.
Per la cronaca i traslochi servono per rivalutare tutte le cose in nostro possesso che credetemi sono tante...
Per esempio..avete idea della quantità di scarpe che possiedo? io non avevo idea :(

Ho scoperto di avere un assortimento di mutande e reggiseni da far invidia ad un negozio intimissimi ( io che ho la fobia di rimanere senza mutande).
In aggiunta la quantità di oggetti inutili da riposizionare è altissima...
Stasera sarà l'ultima sera in via nullo.

stay tuned e arrivederci nella nuova postazione
kisskiss
feltrinelly


domenica 22 settembre 2013

cose da vivere:guardare il matrimonio di Belen

Se su google digiti matrimonio, in automatico il motore completa la frase con "belen e stefano".
In Italia l'interesse mediatico per tale argomento è stato pari quasi al royal wedding di kate e william (eh già..loro kate, così pop così fashion, noi Belen ....)
Ma si sa che la curiosità è donna e quindi trovandomi casualmente a fare zapping il sabato pomeriggio ( si avete capito bene..... non lavoravo!!!!) il mio dito si è bloccato su canale 5.
Si, avete capito bene (di nuovo!), ieri pomeriggio ero una dei 2,5 milioni di spettatori che incollati alla tv si sono beccati intervista prematrimonio di belen, i commenti di Platinette e Johnathan e le immaggini rubate dall'evento
stupidera time insomma....
Tralasciando l'intervista di Belen che risponde ad una domanda raccontando un aneddoto che con la domanda non c'entra un piffero, la parte succosa è stata ovviamente quella del dietro le quinte.
Dove ho capito che:
- il vestito di Belen poteva metterlo solo Belen, una comune mortale sarebbe stata bloccata all'ingresso della chiesa dal prete con l'acquasanta in mano, pronto a rovesciarlgliela addosso, ma come abbiamo capito troppe volte lei può...

- hanno firmato l'esclusiva delle foto ad una rivista (credo Chi) ma il riserbo non fa parte degli invitati che hanno pubblicato a più non posso le foto su instagrammm, della serie popolarità di riflesso ( elisabetta canalis tanto non ti seguirò mai #sappilo)
- a reggere il velo della sposa c'è la sorella Cecilia, proprio come due anni fa una sorella inglese...( se vabbè ma Pippa ti fa una pippa Ceci...)
- vi risparmio la selezione musicale dell'evento..imbarazzante ( si, hanno detto anche quello, evidentemente su canale 5 non sapevano come riempire il tempo..)
-vogliamo parlare del menu???
insomma al culmine della puntata quando belen annuncia che presto vorrà una sorellina per Santiago mi prende una crisi epilettica...la mia parte intellettuale si sta ribellando...spengo tutto e vado in doccia
forti dosi di stupidità nuociono gravemente alla salute mentale....
#sapevatelo

Al di la di tutto, comunque, riflettendo, mi ha fatto piacere scoprire che anche Belen è UMANA: come tutte noi crede nella favola del matrimonio ( e non fa l'anticonformista..) e si è emozionata alle lacrime durante le promesse nuziali ( che poi le mantenga è tutto un altro discorso).
Brava Belen!

passo e chiudo ;)
kisskiss
feltrinelly

venerdì 6 settembre 2013

cose da vivere: non sapevo di non essere incinta

Avvertenze alla lettura: la protagonista della storia non sono io, non è ne una mia amica ne una mia collega in possesso di un account sui social network
Mamma, non preoccuparti :)

Sei sposata, da un po', sei attorniata da donne che parlano di sesso ( si, avete capito bene, le donne parlano di sesso), con tuo marito tutto ok, ma tutto quel parlare ti ha acceso una voglia.... diversa ( tipo jessica di viaggi di nozze: "o famo strano?) una voglia incredibbile di fare sesso.
Diciamo che la tua conoscenza di anticoncezionali li per li è un po' arrugginita e presi dalla passione non è che ci state proprio li a pensare.
Fino a qui tutto bene.
Fino a quando non realizzi di essere in ritardo...quel tipo di ritardo...ricostruisci l'ultimo mese e...PANICO.

Normalmente una donna in età fertile incorre in un ritardo per vari motivi oltre a quello di essere incinta:
- stress
- dimagrimento troppo veloce
- premenopausa
- caldo
- cambio di stile di vita ( tipo in vacanza)
-laqualunque

quindi potete capire che la mancanza del ciclo mestruale non rappresenta  una condizione sine qua non per diagnosticare una gravidanza.
A questo punto una persona razionale andrebbe immediatamente a comprare un test di gravidanza per togliersi almeno in parte il dubbio.
La maggior parte delle donne non lo fa subito #sapevatelo
Aspetta.
Aspetta e si osserva, ausculta, cerca indizzi.
- oddio ho gli occhi a pesce lesso ( ???) sono incinta
- oddio sento le bolle nello stomaco ( magari sono coliche nervose) sono incinta
- oddio non riesco a bere il caffe (malattie psicosomatiche) sono incinta
- oddio mi sento gonfia( mangiato troppo?) sono incinta

I giorni passano e l'ansia si trasforma in angoscia....( warning: stiamo parlando di una persona che ha già dei figli e che al momento non ne vorrebbe) accompagnata dal dubbio compro o non compro il test.

Qui arrivo io, cuor di leone (ahahahaha), prendo la situazione in mano e mi offro come lettrice ufficiale del risultato del test.
Ieri, come deciso di comune accordo, era il D day.
Arrivo e la mia amica era così impaurita che neanche voleva avvicinarsi alla farmacia...mi metto nei suoi panni, se fossi entrata in farmacia a San polo city chiedendo un test di gravidanza penso che anche i muri ne avrebbero parlato.
Così, forte ( seh forte) della mia estraneità al luogo sono entrata con il cuore in gola dentro la farmacia, mi avvicino al banco e con un filo di voce chiedo un test di gravidanza.....vi ricorda per caso qualcuno?


A questo punto la commessa sfoderando tutta la sua professionalità mi chiede:
- singolo o multiplo? ( chenneso)
- con le bande o con la scritta? ( chenneso alla seconda)
- ti ho dato il clearblue va bene? ( chennesooooooo )
Mai acquisto fu più difficile....non esistono dei distributori automatici come per i preservativi???
Me ne esco pezzata e rossa in faccia...O_o
Bene, a questo punto, gina+gina leggono tuuuuuuuuutte le istruzioni per l'uso perchè, mannaggia a me, bisognava andare a colpo sicuro visto che il test era singolo. Ci mettiamo solo una decina di minuti per deciderci ad affrontare la cosa.
Immergiamo il test tenendoci per mano e poi da qui partono i 3 minuti più lunghi della mia vita, durante la quale sul display lampeggia la clessidra e noi continuiamo a riguardare le istruzioni per capire se ci era sfuggito qualcosa..
Il verdetto lo leggete nel titolo....

Dopo quest'esperienza mistica sono giunta  a delle conclusioni:
1) mai mandare una donna in sindrome premestruale (presa dalla paranoia) a comprare un test di gravidanza..potrebbe uccidere la commessa
2) se dovete fare il test scegliete l'opzione b, che centrare lo stick mentre la fai è una manovra da esperte
3) ricordate in ogni caso che comunque vada sarà un successo ;)

kisskiss
feltrinelly

lunedì 2 settembre 2013

Cose da vivere: tragedie dell'essere trentenne

Avere trent'anni non è poi così male.
Giungo a questa conclusione dopo aver vissuto più o meno un anno con la nuova decade ed esserne uscita praticamente soddisfatta.
Se il fisico regge, e questo in alcuni casi non sempre è garantito ( fallo tu un dritto- andare al lavoro senza aver dormito- e poi aggiornami sui tempi di recupero), e la compagnia è quella giusta, trenta è il numero perfetto.
La voglia di divertirsi c'è ancora, c'è una maggiore disponibilità economica e una maggiore consapevolezza di se...quindi so come divertirmi ne ho i mezzi e lo so apprezzare fino in fondo.
Fino a qui tutto bene..ottimo direi.

Poi esistono i clichè, l'opinione comune, i pregiudizi e questi rovinano un po' l'atmosfera.

Avere trent'anni può essere un problema se ancora non sei fidanzata.
Si, avete capito bene, nella società contemporanea dove andiamo in giro sbandierando l'uguaglianza tra uomo e donna succede che se sei una donna a trent'anni sei zitella se sei un uomo invece sei un figo.
Sarà per un fattore di diminuzione drastica della fertilità ( anche se non mi sono mai vista come un animale da riproduzione....)ma allora la Nannini non avrebbe ragione d'esistere...

Può diventare tragico avere 30 anni quando cerchi lavoro.
Se aggiungi anche lo status "coniugata" nel cv è sicuro che lo cestinano...perche????eccollola...per il solito motivo:
a breve secondo i loro piani dovreste rimanere incinta.....

In tutto ciò pure mia madre s'è fatta due conti e dopo anni in cui professava la filosofia del "meglio sola che male accompagnata", sabotandomi le prime cotte adolescenziali, ora, dopo i primi tentativi con messaggi subliminali, si è perfino attivata per cercarmi e trovarmi ( sempre secondo i suoi gusti) il fidanzato perfetto..:( come se n'è uscita l'ultima volta che sono stata a casa.
un vero peccato che abiti in veneto..eh?

Non è che in casa feltrin ci sia voglia di un nipotino?
In fondo la capisco, alla ultima reunion famigliare le uniche due spaiate eravamo come sempre io e la mia adorabile ( in senso ironico) sorellonza, immerse da bambini nonne mamme latte e pannolini (AIUTO)
Sembravamo le sorelle di Marge...

Per il momento spero che tenga botta ringhio ( il nostro adorabile jack russel terrier) che viene trattato come il piccolo di casa...

Per il resto però non giustifico affatto questa pressione così sessista verso noi donne di 30anni..non avevamo detto che i 30 sono i nuovi 20???( sarà per questo che io mi sento di avere 25 anni da quando ho 25 anni??)

e poi tutti quei bei discorsi sull'anima gemella, l'amore eterno eccetera eccetera?
non ditemi che era tutto frutto della walt disney...no!
Io aspetto..in fondo ho solo 30 anni :) (anzi 31....:( )

stay tunned
kisskiss feltrinelly



domenica 1 settembre 2013

cose da sognare: cambio casa cambio vita

L'ho amata, odiata, mi è mancata, ci sono ritornata , l'ho riarrangiata, dipinta, arredata. Ho passato pomeriggi interi a montare mobili, spostare cassettiere e dipingere i muri di blu ( si vabbe..uno)
L'ho trovata brutta, sporca e senza personalità e ho cercato di metterci la mia ( ecco perchè è così incasinata...)
Qui per la prima volta mi sono sentita a casa in una casa diversa da quella dei miei.
Ho perfino pensato che potesse diventare la MIA casa, mia per sempre ( certo, dopo un bel restauro), in testa il progetto ce l'avevo già.
Poi me ne sono fatta una ragione.
Ho deciso di lasciarla.
L'elaborazione del lutto è stata lunga e difficile. In fondo questo è l'ultimo legame con te, che te ne sei andato. Ma secondo la teoria elaborata dal mio bFF era un passo da fare, una sorta di rito di passaggio per chiudere definitivamente quel periodo.
Per il trasloco ho una settimana di ferie, che mi servirà per razionalizzare e redistribuire i quattro anni vissuti intensamente ( accompagnati sempre dai vanity fair..che al momento non so dove parcheggerò).
A breve farò un sopralluogo nella nuova casa, abitata da ben due esemplari maschili, per capire quanta femminilità ( e oggetti) dovrò aggiungere a quella casa.
 Il resto lo parcheggerò a casa di mamma e papà ( che non vedono l'ora....) in attesa di utilizzarli per la casa del mare...o montagna ancora non si son messi d'accordo dove la vogliono....

Se nel frattempo a qualcuno di voi dovesse servire qualcosa ( tutto rigorosamente brandizzato ikea) parli ora o taccia per sempre!

Quest'aria di cambiamento comunque è servita a far girare la ruota e portare un sacco di benefitssssss non solo mentali....quando si dice basta poco..

Ciao casina..sarai come il primo amore...non ti scorderò mai.

stay tunned per le cronache del trasloco ;)

kisskiss feltrinelly


martedì 27 agosto 2013

cose da vivere: il signor fissatette

Bridget Jones docet....
Ci sono uomini che proprio non ci riescono, basta un secondo e taaaac lo sguardo si posa li.
Quindi tu, che ovviamente te ne sei accorta, pensi : vabbè gli sarà caduto l'occhio.
.....................
Lui continua a parlare, parlare e parlare e continua imperterrito a a fissare li.
Così ti viene il dubbio, sarà strabismo di venere...strabico forte?
......................
In fondo non ho la quarta (dopo la quarta è amore al primo sguardo...dicono) e ho una maglietta che si non è larga ma nemmeno troppo fina ( eh baglioni docet con la maglietta fina...lui immaginava tutto)....
Se la conversazione continua il fastidio credetemi aumenta, in alcuni momenti mi verrebbe da abbassare la testa per reincontrare lo sguardo...
Se poi è un signorotto di una certa età gli dai anche del buongustaio ( i primi 5 secondi..per poi passare al porco quando la fissazione supera il minuto -_-)
Prontooooooo?????
Ma ce la fa??
La prima notiziona per voi uomini è: noi donne amiamo guardare negli occhi le persone se ci parliamo insieme ..voi?
La seconda è: se ci guardate le tette ce ne accorgiamo, se siete strabici ditelo prima...prima di quando? PRIMA di passare per maniaci ( istruzioni per l'uso qui sopra..)
oppure pensateci così.........


shhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!

;)
kisskiss feltrinelly

lunedì 26 agosto 2013

cose da vivere: approcci

Sarà pure un luogo comune, uno stereotipo, una notizia da tg estivo, certo che d'estate si risveglia l'ormone libero e via... la conquista per tutti appare più facile.
Io stessa d'estate noto un notevole picco dei consensi maschili grazie forse all'abbronzatura o ai pochi vestiti che indosso ( ok non fraintendetemi mica vado nuda..ma di certo non sembro l'omini michelin come il resto dell'anno)..sarà.
Se la conquista è facile i metodi rimangono comunque discutibili e in certi casi pure ridicoli...come quelli che sono capitati a noi prima durante e dopo la vacanza....pronte a prendere appunti?

1) L'uomo che non deve chiedere mai:
L'ho mai detto che non esistono più gli uomini di una volta? si, l'ho già detto, ma se poi i fatti confermano la mia tesi non vi lamentate. Puoi tu, esemplare maschio sulla quarantina, non avere nemmeno le palle di avvicinarti al nostro tavolo e aprocciarci con una frase di rito? si puoi. Puoi anche aggravare le cose cercando di approcciarci via facebook: alias indovino il nome e cognome della ragazza che ho puntato orgliando i discorsi del tavolo e invio un messaggio privato ringraziando la tecnologia che ci ha fatto incontrare.......SEI UNO SFIGATO!

2) Tecnica che vince non si cambia.
Certi uomini pensano di avere ancora 15anni, oppure hanno una fantasia tale da utilizzare sempre lo stesso metodo da quando avevano quell'età ( particolare insignificate se nel frattempo ne hanno quasi il doppio), così una sera mi è capitato di conoscere un ragazzo che dimostrava un certo interesse. Era una di quelle sere in cui non c'era spazio per altro oltre al ballo, quindi anche lui s'è buttato in pista con noi, salvo poi allontanarmi dagli altri con una scusa qualunque e sperare che fossi del partito " un limone non si nega a nessuno", della quale per un lungo periodo in effetti ne sono stata degna rappresentante..ma ora ahimè non più (scatto d'anzianità....sapete com'è).
AMARCORD: cose che succedevano più o meno quando ero una teenager e in discoteca c'andavo la domenica pomeriggio...
cambia tattica comunque.....

3) Splendido splendente:
Metti che una sera decidete di andare in discoteca, mettici che per entrare fate più di dieci minuti di fila, metti che le prime tre della fila siete tu e altre due amiche tutte e tre addobbate per le feste, metti che davanti a voi ci sono 4 maschi allupati che hanno visto la conquista facile (ma non hanno notato i fidanzati delle altre esattamente dietro) ..che cosa può succedere? ingresso gratis+2 di picche espresso....

Per la cronaca: definirci 3 fighe al buttafuori è servito solo a farmi capire che come al solito mi sottostimo ( sentendoli, io mi sono girata cercando le 3 donne in questione -_-)

Rimandati a settembre tutti e tre.....

stay tunned
feltrinelly


cose da ricordare: l'estate sta finendo....

Piove, ripiove e diluvia....l'estate ci sta salutando nel giro di un paio di giorni soprattutto per chi come me è tornato subito in una Milano che non poteva non accoglierci con un po' di pioggia.(ti amo proprio Milano quando fai così...)
Invidiando non poco chi si può ancora permettere di non puntare la sveglia ogni mattina, oppure di indossare le scarpe chiuse guardo le mie mani ancora abbronzate e..ricordare l'estate che è stata..

Questa è stata finalmente l'estate del mare, l'estate dei bagni di sole e di acqua.
L'estate dei test di glamour ( misura il tuo lato sexy o scopri quanto bad girl sei....anche il cervello se n'era andato in vacanza..)
L'estate della granita DENTRO la bioches e dell'estathè con la granita al limone dentro, e della vodka tonic con la granita dentro.....e chi più ne ha ne metta!
L'estate delle foto delle gambe postate su instagram..
L'estate della cigliegina ( una 500 tutta rossa.....;))
L'estate dei perchè ( una settimana con una piccola peste di 3 anni che aveva appena scoperto la parola magica....)
L'estate dei grandi ritorni e ricordi (una sola parola Sicilia <3)
L'estate dei regali utili ( ernesto vi dice niente?)
L'estate dei concerti cantati a squarciagola.
L'estate dei chilometri, tanti chilometri.
L'estate delle sorprese..e che sorprese.
L'estate delle emozioni....



Aspettando l'autunno io non mi sono fatta mancare di ammalarmi appena tornata ( sindrome da costa crociere....vi dice niente questo spot?)


E proprio come la signora dello spot in crisi d'astinenza da vacanza sabato sono andata in piscina per mantenere la doratura conquistata con tanta fatica ( con l'unguento di collistar #cipiace!)
 ....in una piscina deserta ( viodiotuttiperchèsieteancorainferie) che poi si è riempita (sistavameglioquandosistavapeggio) dove c'era l'unico bagnino precisino di tutto l'interland milanese ( sticazzi) e dove dopo altre due ore si è scatenato il diluvio universale (holanuvoladifantozzi).

Beh allora ciao estate..(al prossimo anno;))
Buon lunedì e buon rientro a tutti quelli che iniziano oggi...massima invidia e buone vacanze a tutti gli altri....
e a tutti voi che inizierete una nuova avventura a Milano proprio durante il mese che verrà ...in bocca al lupo, se superate i primi tre mesi vi innamorerete inspiegabilmente di questa città...

stay tunned
feltrinelly

domenica 11 agosto 2013

cose da ricordare: separate alla nascita

Io e Bridget Jones siamo state separate alla nascita, ne ho le prove.
Tralasciando che nella versione cinematografica la povera Rene Zelwegger ha dovuto ingrassare la bellezza di una decina di kg per poi ritrivarsi con la faccia come un palloncino e le gambette sottili, per  poter apparire più goffa, secondo me Bridget ha gli stessi problemi di peso di una qualsiasi donna normopeso ( pre-post ciclo ovulazione ecc)
Quindi si! Non sono bionda ma ho la shatush e una volta (non vi preoccupate sephorine tantiiiiisssimi anni fa) al cinema mi sono spalmata un minimascara sulla bocca convinta che fosse un lipgloss...il che mi ricorda molto questa:
(non si vede molto ma il fard era ovunque!)

Tra i motivi per cui mi sento molto bridget c'è il fatto che anche io ho le mutande contenitive, si, ammetto la mia dipendenza..via la pancia (la mia ossessione) e in un secondo vitino da vespa...
ok, le mie sono nere ;)

Il soprannome stordi non vi fa venire in mente nulla?beh lei era un po' leggera..io sono stordita..
I buoni propositi disattesi poi sono all'ordine del giorno: il più comune è " ok, da domani nonmangiopiùnonbevopiùdormosoltanto"
L'altro giorno poi  ho avuto la conferma della mia teoria. Dunque oggi devo prendere un aereo per andare in Sicilia, così da brava donna ubertecnologica e organizzata ho fatto il check in online e scelto il mio posto qualche giorno fa.
Il giorno dopo mi arriva una mail dalla compagnia aerea dove mi avvisavano che il volo sarebbe partito con mezz'ora di ritardo, ok, è la prassi...ma evidentemente quelli di Meridiana non si sentivano abbastanza sicuri che io avessi controllato la posta così mi hanno chiamato..2 volte..per avvisarmi a voce della modifica e assicurarsi che avessi recepito il messaggio....solo a me e a bridget jones possono capitare certe cose..

Ovviamente nel look sono migliorata molto ma non vi nascondo di essermi rivista un paio di volte nelle mise imbarazzanti di bridget, soprattutto nel periodo critico dei maglioni lunghi fatti dalla nonna con illustrazioni varie ed eventuali. Sulla tenuta del trucco ci stiamo lavorando...per fortuna che gli anni passano e se ne inventano di prodotti waterproof...

Ok, se siamo separate alla nascita a questo punto dell'elenco mi serve solo una cosa per essere uguale uguale uguale a lei e non è Daniel(lo stronzo..di stronzi ce ne sono fin troppi), ma mr Darcy....quindi mr. Darcy io ti sto aspettando....voglio anch'io il lieto fine perfetto!

stay tunned
kisskiss feltrinelly

venerdì 9 agosto 2013

cose da vedere: la valigia sul letto

Come promesso ecco il post dedicato alla preparazione della valigia.
Come si dice...dimmi come organizzi la tua valigia e ti dirò chi sei. Ecco quindi che mi sono fatta mandare le foto delle valigie di alcuni miei amici ed amiche già in vacanza, ed ho scoperto che....
Ho un amica fissata con gli abbinamenti:

si, avete capito bene.
imbusta l'intero look in un sacchetto, con tanto di accessori. La mattina si sveglia e taaac il look è fatto.
C'è tutto siore e siori: l'oufit studiato nei minimi particolari, abbinato in pendant con borse,scarpe, orecchini e bracelets...Chiara Ferragni le fa un baffo...
Ok, non è normale credo...non calcola il rischio di svegliarsi una di quelle mattine e vedersi grassa e dover passare l'intera mattina a sbustare tutti gli abbinamenti alla ricerca dell'unica cosa largamainfiancata che può farla tornare maggicamente magra.
In quanto rappresentante della donna media vi posso assicurare che normalmente non funziona così...
di solito funziona molto di più così


piena zeppa di cose prese a caso dall'armadio, dove almeno la metà è nera...proprio per sopperire alla classica giornata nonmivedoconnulla ;)
L'unica strategia, azzecatissima però, che emerge è la separazione dei costumi dal resto. Della serie arrivo e mi tuffo piscina,mare o asfalto io mi tuffo :)
Maaaaaaaa, come sarà quella di un uomo?
detto fatto...ecco la pic di una valigia maschile pronta ad un viaggio lungo 2 settimane


ahhhhh la precisione e l'ordine. La dedizione con cui arrotola le cinture è da premio oscar...non per niente gli uomini vengono da marte e le donne da venere....
Guardate la vostra valigia e capitevi..nel frattempo io vi do due 3 consigli per un bagaglio super e una vacanza top.
Primo consiglio: donne, si proprio voi, vi prego fate gli abbinamenti già prima di riporre gli abiti in valigia così non dovrete passare metà della vacanza a chiedervi "chemimetto?" e poi lamentarvi perchè non avete nemmeno una foto faiga
Secondo consiglio: donne, sempre voi donne, portatevi sempre il classico abitino nero, non occorre che sia un little black dress, basta che sia nero per i giorni neri ;)
Terzo consiglio: il numero di scarpe è proporzionale al numero di giorni di vacazione. la proporzione è la seguente; 6 giorni - 3 paia di scarpe..ok che avete il trolley  ma eviterei di fare l'asina appena sbarcata all'aereoporto...
Angelina insegnaci tu.....


tanti figli..pochi bagagli e..che sono quelle??? delle ballerine <3
la chiccheria....
quarto consiglio: Uomini, si uomini, mi rivolgo a voi...quando la vostra donna vi chiede un parere sull'outfit (il vestito ndr) con quella faccia che sembra il gatto con gli stivali di shreck siete pregati di annuire e sostenere senza battere ciglio, una pausa di riflessione più lunga di 10 secondi e il dubbio si insinuerà in lei e...ciao ciao aperitivo in placa real :(

buone vacanze boyz and girlz
kisskiss feltrinelly

martedì 6 agosto 2013

cose da vivere: agosto

E' passato un anno ed eccoci qui..bentornato agosto, il mese delle grandi riflessioni.
I lavori in corso mi perseguitano ovunque, in tv c'è il nulla e c'è nessuuuuuuuuuuno?
Quest'anno vi ho visto tutti a poche ore della partenza chi di corsa chi con un saluto lungo una settimana ma tutti con quello sguardo pieno di aspettative per il sole, il mare, i tuffi, le serate, gli amici vecchi e quelli nuovi.
L'estate è un po' questo: aspettative, relax, abbronzatura,e anche un periodo d'incubazione di buoni propositi.
Quest'anno che finalmente sono riuscita a ritagliarmi una settimana di ferie ad agosto dalla mia amichetta in Sicilia ho voglia solo di bruciarmi al sole, rimanere a mollo fino a lessarmi le mani e sentire il profumo della salsedine sulla pelle cercando di rimanere in una specie di fase onirica per l'intera settimana.
Quindi mentre voi siete già partiti io mi sto preparando a tutto...con un programma serrato per arrivare al top! (mica per altro..ma avete presente le foto??? ah la vanità ;))
1) Depurazione:
Altro che acqua vitasnella: ci vado giù pesante con il depurativo antartico: un insieme di sostanze drenanti (carciofi, liquirizia, tarassaco solo per citarne alcune...). Un intruglio che assomiglia ad una pozione d'ammore più che ad un integratore.
effetti collaterali: stimola la diuresi, quindi ti svegli e pisci, arrivi al lavoro e pisci, vai in pausa e pisci, pausa caffè e pisci, corri a casa e prendi a testate la porta cercando di entrare prima per pisciare...all'aperitivo..pisci.... O_o
grazie Barbara che me l'hai fatto scoprire, senza non avrei saputo che fare in questi giorni....
chepoi è tattico: cioè avete presente in Sicilia come mi sfonderò di arancinigranitebriochespanepanelle e pesce? tornerò rotolando ( ma verso nord....)
2)esfoliazione
la pelle deve essere pronta alla ricezione del sole e per fare ciò dobbiamo eliminare tutte le cellule morte( si, abbiamo delle cellule morte in superficie ma tranquille non puzzano, sono solo responsabili dell'abbronzatura a macchia di leopardo). A voi la scelta se usare uno scrub oppure brandire il guanto di crine ( controindicazione: ci mette un casino ad asciugarsi)
le cellule morte della mia pelle hanno già fatto le valigie ;) byebye a settembre anche a voi
3)depilazione:
scegliete il metodo che più vi garba basta che la fate. ( io come sempre metodo sparso...;))

non aggiungo altro...ma non penserete mica di girare così....(grazie debo per la segnalazione)

(povera lei..nemmeno sa quali sono i tre passaggi fondamentali per un estate al top)...

Allora pronte per partire???non dimenticatevi la crema protettiva che poi a settembre non vi voglio sentire angosciate dalle macchie!
buone vacanze
kisskiss feltrinelly

ps. il look tattico per vacanze sgamate ve lo spiego tra un po', non appena inizio a pensare alla valigia sul letto....;)


mercoledì 31 luglio 2013

cose da vivere: celò-manca

Nella fantastica vita di una trentenne-single-indipendente-che non vive dai suoi-ci sono degli oggetti che fanno parte del clichè legati a questa figura (mitologica??)

1) rasoio o crema depilatoria:
lungi da me pubblicizzare la tecnica meno efficace per depilarsi ...MA, come si suol dire, a mali estremi, estremi rimedi. Non sai mai come può finire la serata, quindi il rasoio ti salva da qualsiasi imprevisto. Che poi vale sempre la legge di Murphy: la serata che va meglio è sempre quella in cui hai la ricrescita....quindi...
vaffangul alla ceretta e benvenuto rimedio estremo ;)
 ( che poi i peli in una relazione sono permessi solo dalla fase convivenza in poi...mi raccomando con parsimonia poi..mica vi dovete trasformare in scimmie)

2) il gatto:
se sei single capita che ti senti sola: vivi da sola, la metà dei tuoi amici sono sposati e l'altra metà ha dei figli, un cane è troppo impegnativo ( visto che in appartamento ci passi al massimo 2-3 ore togliendo quelle di sonno) ma un gatto..un gatto ci può stare....
Meno impegnativo (tralasciando quando piscia ovunque) non occorre uscirlo per pisciarlo ( si fa tutto nella lettiera...wow!) e poi è pulito si lava da solo ( si lecca...tu quando ti lecchi ti senti più pulito?)
Vi prego fermatevi qui.

Single+gatto= zitella
#sapevatelo
quindi, piuttosto compratevi un uomo gonfiabile oppure passate direttamente al terzo oggetto/clichè

3) un vibratore.
Ovvero prendi un vibratore, meglio fattelo regalare dalle tue amiche(come ho fatto io...;)), trattalo anche male se vuoi, ma usalo. L'espressione "figa di legno" descrive la malattia che va a curare...oltre che ad abbassare il livello di stress ci aiuta a tenere a bada l'ormone libero e last but not least ci tiene allenate.


Certo basta non lasciarsi sfuggire la mano...
Ok, se avete deciso di farvelo regalare dalle amiche assicuratevi che:
- chi lo va a scegliere non sia la vostra amica brasiliana abituata a degli standard impegnativi (mannaggia te manu!)
- sia ben chiaro a tutte che in questo caso le dimensioni non contano, basta che vibri nei punti giusti (O_o)
- la forma fallica può riferirsi anche solo al cetriolo, non occurre la riproduzione a grandezza naturale del membro di Rocco Siffredi, con tanto di venuzze...
- il colore: meno è vicino al reale meglio è...il mio è fucsia <3
- la morbidezza non è un particolare sottovalutabbile.
- oltre al modello basic l'autoerotismo ha esplorato vari lidi....il racconto della giornata al sexy shop è stato molto acculturante.

Ovviamente ho deciso di dargli pure un nome....Il mio non poteva che chiamarsi Ernesto.... :)

stay tunned
kisskiss feltrinelly






giovedì 25 luglio 2013

cose da ricordare: ho visto cose che voi clienti non potete immaginare...

Fare la commessa oggi è una missione...#sapevatelo
Tre anni sul campo valgono di più di una laurea triennale alla facoltà di neuropsichiatria di Padova. Mi manca solo l'abilitazione per prescrivere gli psicofarmaci e poi sono apppposto.
Vi chiederete perchè...e io vi rispondo con una citazione:


si, è proprio così:
- malattie cutanee e sottocutanee (con tanto di prognosi e diagnosi in negozio)
- malattie psicosomatiche (sai non uso cose con i parabeni...sei allergica? ah no ma sai ho sentito che fanno male...)
- gente che annusa rossetti fard e mascara perchè #sonosensibiliagliodoriforti ( quindi la tua cacca profuma di fiori di loto?)
- gente fissata con il silicone ( c'è silicone qui? no signora..direttamente petrolio)
- gente che cerca la panacea della sua bruttezza in un correttore ( ma questo correttore illuminasgonfiaetoglieleocchiaie?..se glielo chiedi fa pure il caffè)
- gente che vuole profumi firmati a 5 euro ( l'ultima volta che è entrato in profumeria io ero appena nata)
- gente che prima di comprare un fondotinta da 10 euro legge l'inci (gli ingredienti)di tutti i prodotti che hai in negozio ( scusa ma che cos'è il metholum solphate?..scusa non sono una chimica...)
-gente che gli metti il fard e se lo tolgono mentre si guardano allo specchio...(no..bello sisi...nonèunpo'forte? no...ora si vede...)

Il top della gamma rimangono a mio avviso quelli che cercano il vecchio profumo che avevano regalatoocompratoperse che sapeva di limone ma non troppo ed era fiorito ma non sapeva così di fiori...

Il top del top poi sono quelli che:
- non si ricordano il nome ma era inglese ( seh..jadore??)
- non si ricordano la marca ma era famosa ( paloma picasso??? tarciso rodriguez???)
- non si ricordano la confezione esterna ma la bottiglietta signorina non era così grande (certo se hai comprato il 30ml non è mica come il tester che è 100ml)

Oggi poi un signore cercava di descrivermi la boccetta del profumo che andava cercando..peccato che cercasse di farlo a gesti..e i suoi gesti erano inequivocabili...
Lui: Signorina cerco un profumo fatto così ( pollice contro pollice indice contro indice)
Io: ehm...così come?
Lui : così....stessi gesti (avanti provate: pollice contro pollice indice contro indice)
Io: a forma di cuore?? ( cercando di non pensare alla vocina che mi diceva: a forma di f...)
Lui: ma no! continuando con ste mani
Io: a forma di...goccia ? ( e la vocina: noooo a forma di f....)
Lui: eh signorina le dico che è così, le sembra una goccia?
Io: eh no...a forma di stella???? ( vocina insistente ...)
Lui: noooo..ah era così
Appunto..... la stella di Angel di Thierry Mugler...-_-

Se mi occupavo dell'interpretazione dei sogni era più semplice....

stay tunned
kisskiss feltrinelly


lunedì 22 luglio 2013

cose da ricordare: chi dorme non piglia pesci

Così diceva il famoso proverbio, e su questa filosofia abbiamo un po' tutti impostato la nostra vita. Scagli la prima pietra chi riesce a dormire più di 5-6 ore a notte in media.
Parliamo di media perchè il singolo caso isolato non ha voce in capitolo. Prendi me per esempio: posso pure dormire 8 ore a notte ma se poi durante il w.end 8 ore le dormo in tre notti non è che va proprio bene.
Paradossalmente però riesco a dormire di più quando sono a Milano perchè quando sono dai miei tra mia madre che passa l'aspirapolvere alle 7 della magnana e il cane che frigna perchè vuole fare una passeggiatina non si dorme ne di notte ne di giorno...
Beh, oggi sono stata alla presentazione del nuovo siero di Estee Lauder e indovinate che trovo tra le cause di invecchiamento della pelle? Si, avete capito bene: il sonno.
Non ci bastava il trascorrere inesorabile del tempo, lo stile di vita e l'ossidazione della pelle nossignori anche il sonno, come una dieta equilibrata e sana sono diventati un lusso.
Diciamo che un po' l'avevo sospettato, non mi servivano i ricercatori di Estee Lauder, mi basta guardarmi allo specchio la mattina successiva per intuirlo.
Ma amiche per tutte noi che mostriamo piccoli problemi con il sonno c'è una buona notizia: Estee Lauder non vi regala il sonno ma ha pensato di riformulare l'Advanced Night repair.
Il siero è diventato più potente: lo mettete e la pelle appare più riposata. Come fa?
Innanzitutto c'è acido ialuronico, tanto acido ialuronico,cioè il magnete dell'idratazione, mettetevelo e la pelle trattenendo più acqua apparirà più turgida. E questo ci piace.
Poi c'è la chronolux tecnology che fa in modo che se ti metti il siero i processi di riparazione e purificazione delle cellule siano ottimizzati e quindi più efficaci..perchè come quelli di Estee Lauder ci insegnano : 

"le cellule della pelle non dormono, si riparano" :)

...soprattutto diiiiiii notte!!!!!!
Siero a parte mi verrebbe quasi voglia di aprirla una clinica del sonno--vedo del business ;)



ok, morale: il siero celo...ora vediamo se la situazione della mia pelle migliora

ps. ovviamente essendo riparatore sotto il solare va un casino..capito????

stay tuned
kisskiss feltrinelly


sabato 6 luglio 2013

cose da vedere: venere incontra marte

Alias confessioni di una mente pericolosa....
Succede questo: a parte Ale, il mio bff ( best friend forever ), raramente mi capita di trovarmi di fronte ad un esemplare di sesso maschile che non appartenga ad una delle seguenti categorie:
- cliente
- fidanzato di un amica
- uno che ti ha puntato
- gay

Tutte tipologie con cui non posso avere un confronto a carte scoperte su vita di coppia, singlitudine, sesso.
Quando mi capita però non mi lascio scappare l'occasione, quindi le conclusioni che troverete di seguito sono frutto di una chiacchierata a sei occhi (4 femminili e 2 maschili) di tre trentenni sull'orlo di una crisi di nervi .

Pronti partenza via...
1) agli uomini la vita di coppia piace alias neanche loro riescono a stare soli, gli riesce proprio male. In realtà anche nella coppia combinano casini.
2) DALLA non è un cantante, neanche un consiglio ma un dato di fatto. L'altra metà del cielo conferma il detto: il campione osservato (non proprio ristretto, mi è sembrato di capire..) dimostra una certa "libertà" sessuale femminile...insomma di zoccole ce n'è molte più di quelle che pensi... -_-
3) non sono solo gli uomini a inventare scuse assurde per mollarti, le donne dimostrano una leggerezza degna della dieta più ipocalorica che abbiate mai intrapreso. ( il top della gamma è ti lascio perchè è estate...risentiamoci a settembre)
4) vivere da soli sfonda già mille porte aperte verso la strada della conquista di una donna
5) l'uomo ha sviluppato  l'assertività, è capace quindi di rimandare al mittente l'offerta.
6) patata depilata e mutandine in mano sono l'equipaggiamento essenziale per praticare la fine arte dello zoccolaggio (sulle varie depilazioni rimando al post già scritto )
7) il giochetto te la do e poi ti metto le manette serve solo a farli sparire a gambe levate.
8) meno impegno ci metti per conquistare una donna più velocemente vorrà concludere ( ma questo a nostro avviso, mio e della mia amica, dipende solo dal tipo di donna che stai cercando)
9) anche gli uomini soffrono d'ammmore ma quando si vogliono divertire dimostrano molta più spensieratezza di noi ( esempio: lei ha un trombamico e si sente una zoccola, lui esercita a destra e a manca e si sente il re della giungla...)
10) le dimensioni per noi donne contano!( la nanotecnologia è funzionale solo per il telefono)
11) se sei brutto devi almeno dimostrare doti nascoste ...w il packaging ( evvai col doppiosenso inatteso ;))
12) tu attiri solo quello che vuoi....quindi se ti arrivano solo tipi da una botta e via probabilmente quetso è quello che vuoi ( detto in tono grave suona meglio...)

ringrazio fra e cri per aver contribuito con le loro perle di saggezza alla composizione di questo post.
per il resto..
stay tunned come sempre

kisskiss feltrinelly


giovedì 4 luglio 2013

Cose da ricordare: luoghi da evitare se cerchi marito

Venerdì scorso sono stata al concerto dei Muse a Torino.
Lasciando perdere lo sbattimento di farsi S.Polo-Torino ( 450 km a tutta birra), la coda sotto il sole cocente e gli adolescenti con l'ascella pezzata all'ingresso dello stadio, e stato proprio top.
Bella la musica, bravissimi loro, un grande spettacolo ( sempre dopo il big ben..tranquillo jovanotti:))
L'essere giunta a destinazione con un po' di anticipo mi ha comunque permesso di osservare l'ascoltatore tipico del gruppo che stavo per vedere..
I muse, nonostante siano ormai conosciuti da un pubblico generalista mantengono comunque uno stile rock alternativo, ed essendo io istintivamente attratta dall'alternativo ( un po' nerd, un po comunista, tanto hypster) pensavo di essere capitata nel posto giusto .
Seduta sul Prato dello stadio olimpico, munita di occhiali da vista, mi sono guardata qui e li in cerca di ispirazione, visto il caldo, gli adolescenti tutti ormoni e il fumo sugli occhi dei tabagisti che stavano intorno a me.
Pensavo di essere capitata nel "girone sbagliato" notando un po' troppi capelli zozzi e poco stile intorno a me.. Ma guardando più in la la situazione non migliorava...
dovete sapere, care ragazze, che i fan dei muse stanno tra gli alternativi sfigati e gli emo, passando per i nostalgici degli anni 90..capelloni, bianchicci, poco nerd ma molto merd, con uno stile trapassato di moda, per niente hypster.:(
Morale della favola: se al concerto dei muse vuoi andare non pensare ad un marito da trovare....non c'è trippa per gatti
Andate per la musica, lo spettacolo o per innamorarvi del cantante che di default e un Figo dapppaura ;), quelli intorno a voi non calcolateli..potreste scoprire i nuovi confini di forfora sulle spalle, oppure chiedervi per tutto il tempo " e una donna o un uomo" ...
Capitoooooo??

Ps. Non potete perdervi l'inizio col botto del concerto...



giovedì 6 giugno 2013

Cose da sognare: la camicetta bonton...

Tra i basici dell'armadio che la Spora cita nel suo libro "tacco 12" (spassosissimo tra l'altro..ve lo consiglio ;)) nomina anche

"La camicia bianca o celeste di seta o popeline"

Inizia la bella stagione ma le t-shirt oramai le mettono anche le nonne..è arrivato il momento di risfoderare un grande classico: la camicetta.

Ma quale, vi chiederete voi....
La scelta è ardua, lo ammetto. La classica bianca non sta bene a tutte e poi vorremo tutte evitare di apparire troppo seriose.
Ecco perchè pensando alla camicia mi è venuta in mente la collezione super bon-ton di Claire a little, un marchio che nei tagli e tessuti scelti incarna al 100% l'anima chic della sua creatrice Chiara Allegra.
Partecipando allo shooting del catalogo ho potuto toccare con mano il tocco sartoriale ma fashion delle camicette che ha inserito nella collezione e che presto vorrei sfoderare per un look easy chic, tipo "homessolaprimacosachemicapitava" :)
Guardate per credere:





per maggiori info potete andare sulla pagina di facebook dedicata....dai su mettete un like che tanto lo so che vi piace ;))


mercoledì 5 giugno 2013

cose da avere: una pelle da favola

La pelle è l'organo più esteso e visibile del nostro corpo.
Esperte o meno del mondo beauty rassegnatevi : la vostra pelle parla di voi. Potete provare a nascondere i difetti, ma il segreto è curarla con i prodotti giusti...iniziando soprattutto a struccarsi tutte le sere...
(il video un anno di trucco vi dice niente?)

Per fortuna che dal 7 giugno sephora ha pensato a noi pigrone della sera e c'ha procurato direttamente dalllammmeriga il sistema di pulizia innovativo e superfigo.
In negozio non si parla d'altro: CLARISONIC <3
Anche se ad una prima occhiata potrebbe sembrare altro (tipo un vibratore..) tutto fa meno che vibrare ;)
Il modello utilizza la tecnologia sonica e attraverso delle spazzole che oscillano a più non posso ( fino a 300 oscillazioni al secondo) porta in superficie tutto quello che si può depositare sul nostro bel viso durante la giornata ( trucco, polvere, smog....) e voi non avete idea di quanta roba ci sta li!
"basta poco checccevò" direbbe qualcuno....in effetti penso che dopo lavatrice e lavastoviglie sia la migliore invenzione per la donna contemporanea. 
1 minuto mattina e sera e la tua pelle sarà non solo più pulita ( fino a sei volte di più rispetto ai normali saponi) ma anche più luminosa.
Provare per credere: vi serve solo uno struccante bifasico per il mascara ( perchè sugli occhi non lo passate!) e poi una volta bagnata la testina con le setole ci mettete una goccia di detergente. 60 secondi di massaggio e passa la paura!
Come fate a misurare il tempo? ci vuole il timer? sbagliato! si spegne in automatico proprio allo scoccare le minuto!
Per le più addicted c'è la ferrari dei clarisonic, il plus, adatto anche per il corpo....una guduria: rende la pelle uberlisssia e pronta per ricevere il trattamento ( si anche e soprattutto l'anticellulite).



Visto che come ogni sogno ha un costo non proprio contenuto l'ho inserito nella lista dei possibili regali per il mio compleanno ( che lentamente ma inesorabilmente si avvicina).
o quello o un vibratore della lelo..fate voi
come dico sempre: no fiori ma opere di bene ;))))

kisskiss feltrinelly

beccatevi il link dove vedete la differenza tra una pelle pulita con clarisonic e quella no....http://www.clarisonic.com/what_is_sonic_skin_care/what_is_sonic_cleansing/introduction/

lunedì 3 giugno 2013

cose da vivere: single a nozze

A trent'anni il matrimonio è un occasione.
Sotto diversi punti di vista:
1) di trovare marito (per l'80 % donne single): la leggenda metropolitana di quella che al matrimonio dell'amica ha conosciuto il testimone di nozze dello sposo e ora si stanno per sposare...alzi la mano chi non l'ha mai sentita.
2) di cuccare ( per il 99% degli uomini single) il film due single a nozze non vi dice nulla?
3) rivedere gente che non vedi da una vita ( e che a malapena ti riconosce...ma ero così cessa una volta???)
4) sfoggiare il migliore look
e qui sapete bene posso solo dare il meglio di me!

La scelta del look è sempre ardua perchè il rischio di sembrare un uovo di pasqua è sempre in agguato.(ho visto dei look ai matrimoni....)
Quest'anno poi va il lungo e in generale ai matrimoni si potrebbe sfoggiare salvo essere alta meno di 1.75 o avere un culone ( le due cose insieme poi...). Eviterei anche lo shantung, quella seta grezza e leggera che poi metti quel giorno e poi finisce nel dimenticatoio in fondo all'armadio e lo ritrovi solo al prossimo trasloco o addosso a tua madre. Eviterei infine gli abiti superpomposi che metti quel giorno e mai più.
C'è la crisi, ve lo ricordate? quindi 2 sono le scelte: o riciclare ( ma con facebook e i tag nelle foto è un rischio troppo grosso) oppure andare di low cost con cervello però.
Il consiglio è di evitare caldamente tutti quegli abitini troppo da matrimonio: tipo stampa di seta con fantasia.
Da zara ne avevo visto uno verde bellissimo..peccato che 10 minuti dopo l'ho visto indossato proprio ad un matrimonio civile in piazza duomo...effetto cheap...ma soprattutto rischio di doppione.
Ovviamente per il matrimonio ci vuole l'abitino, sia chiaro, ma il segreto è uno: scegliere quello che vi sta dadddio ma che nessuno direbbe che sia per il matrimonio. L'importante è aggiungere gli accessori giusti:
stiletti (o open toe), clutch e coprispalla definiscono lo stile....


.....e poi è tutta questione di portamento!!!
e qui sono andata a scuola dalla migliore..vero emanuelle???

coming soon..il video delle prove di portamento...
Per il resto.. donne iniziate a broccolare anche voi, è molto più divertente.. che per trovare marito c'è tempo ;)


stay tunned
feltrinelly

giovedì 23 maggio 2013

cose da vivere: le donne e il navigatore

Sarà perchè è maschio..anche se il mio ha la voce femminile ( ermafrodito!). Sarà perchè è in macchina, già luogo problematico per una donna..sarà che mostra una mappa..e si sa che le donne e le cartine geografiche non vanno d'accordo...
Sarà per questo che io continuo ad avere problemi con il navigatore?
Quando non mi si scarica ( perchè è già successo, ve lo ricordate?) riesce comunque ad essere inutile..
analizziamo i fatti...

Primo problema: l'aggiornamento.
essendo integrato con l'i-phone non dovrebbe aggiornarsi da solo? e allora perchè non vede rotonde che per me esistono da sempre ( soprattutto se passo da quella strada per la prima volta... O_o)

Secondo problema: l'ambiguità
Ma se devo girare a destra me lo dici quando ho già superato la strada dove dovevo girare????

terzo problema: pedaggio
ma possibile che da monza a milano devo sempre pagare l'autostrada? e pure da gessate?? diamine dov'è l'opzione senza pedaggio????

quarto problema: ricalcolo
ancora????

quinto problema: libera interpretazione
se vedo l'indicazione per milano menefotto del navigatore...salvo poi perdermi nella bambaggia dell'hinterland milanese

morale della favola: monza- milano 1 ora e 10 minuti e 2 euro di autostrada....nomatipare????

kisskiss feltrinelly

giovedì 9 maggio 2013

cose da vivere: coinquilina cercasi

Eccomi qui, cono di nuovo alla ricerca di una coinquilina...
Salutata anche Irene, la mia ultima coinqui nonchè collega nonchè amica, mi sono rimessa un po' controvoglia alla ricerca della mia nuova compagna d'appartamento, perchè sapete bene che "a milano" l'affitto è un bene di lusso.
Vicissitudini di internet permettendo ecco l'annuncio, per chi fosse interessato.
La casa non è molto grande, al piano terra con esposizione sul cortile interno e soffitti alti, in una posizione comoda sia per chi lavora fuori città ( è vicino alla tangenziale e all'aereoporto di Linate) sia per chi lavora in centro ( raggiungibile con l'autobus in 10 min). A mio avviso un gioiellino.
L'arredamento, tutto Ikea, è frutto dell'unione di due menti malate, la mia e quella del mio ex che qui volevamo costruire il nostro nido dammmmmore ma poi le cose sono andate come sono andate e cest la vie... ( per inciso lui comunque fa l'interior designer, quindi...)
L'unica vera difficoltà non è la coinquilina (cioè io) come potreste pensare ma la porta....
Nell'epoca moderna dove appena conosci uno gli dai l'amicizia su facebook ( oppure una lingua in bocca..questione di abitudini) pare difficile vivere in una casa dove la tua camera non ha una porta.
Insomma, capisco l'esigenza di privacy, ma già quando decidi di condividere l'appartamento il tutto va a farsi benedire, quindi un po' di adattamento ci vuole.
Anyway, per evitare che le persone entrino in casa e cadano dal pero quando li sento sottolineo che si tratta di una specie di Loft o open space cioè spazio aperto...in uno spazio aperto ci stanno le porte???
Beh le più temerarie si avventurano lo stesso a vederlo, ma capisco che non hanno capito una mazza quando guardandosi intorno cercando qualcosa con un filo di voce chiedono "Ma la porta?" ed io con un sorriso smagliante gli rispondo " è un loft :)"

kisskiss feltrinelly

(ora scatenatevi con i commenti..;))

ps. io vi invito comunque a farci un giro perchè la mia casina è troppo carina in realtà!


giovedì 11 aprile 2013

cose da vivere: aggiornamenti dal salone del mobile

Siamo a giovedi, sta per arrivare il week end più incasinato dell'anno...a che punto siamo?
Il numero delle feste a cui mi sono imbucata è salito a due, contatti raccimolati qualcuno, alcol in corpo..abbastanza (O_o)
ne ho abbastanza??? mai...
Riflettevo che il salone sta a Milano, come il primo wend al mare alla vacanza.
Mi spiego.
L'evento in se rimane molto commerciale, gli eventi consumer (molti meno quest'anno ripetto al solito) cercano di emozionare i consumatori e gli account di tutto il mondo cercano di chiudere contratti..ma per gli autoctoni non addetti ai lavori come me diventa non solo un nuovo pretesto per uscire ma l'apertura della stagione estiva...il primo bagnetto insomma...
Vuoi quindi non broccolare durante qualsiasi aperitivo,esposizione, evento o vernissage..è un po' come la prima prova costume...prima si riinizia meglio è..
che la distribuzione di bigliettini abbia inizio!!!


stay tunned ;)
kisskiss feltrinelly

martedì 9 aprile 2013

cose da ricordare : ABC del salone del mobile

Insomma, ci siamo, è arrivato...welcome salone del mobile 2013!!!
Mentre prende il via, sempre un po' in sordina la macchina organizzativa del salone io mi sento già frustrata come ogni anno...vi chiederete perchè....
Beh, che dire, ogni anno terminato il salone mi e ci ripromettiamo che l'anno dopo sarà diverso, ci accrediteremo a tuuuuuuttte le feste ( CAXXO!!!) TUTTE! daremo sfoggio alle nostre pr...e poi?
e poi come ogni anno ci lasciamo sfuggire la festa di redbull :(((
Perchè non è questione di quantità..qui al salone è solo la qualità che fa la differenza e per scegliere al meglio dovete seguire questo piccolo ABC..

A come Accredito:
La settimana e le ore prima dell'evento sono importantissime per esercitare lo sport preferito dai frequentatori del salone del mobile: l'accredito selvaggio. Conosco gente che nel dubbio ha sfoggiato doti di obiquità a ben 4 eventi in contemporanea a sera, perchè non si sa mai dove si nasconde l'evento TOOOOP!
Per esercitare al meglio tale sport facebook è lo strumento più adatto, quindi se non hai fb dove pensi di entrare???

B come Biglietto da visita:
Nomatipare? andare agli eventi grazie alle tue pr serve a?..allargare le tue pr! quindi dove vai se il biglietto da visita non ce l'hai???
se poi ti capita di broccolare con un superfigo designer svedese puoi lasciargli il contatto facebook scritto a mano e fare la figura della barbona????

C come Contanti
le feste del salone sono alternative...radical chic...secondo voi come si potrà pagare il cocktail???
evitate di fare gli sboroni ;)

bene...a che punto siete?
ecco il mio punto della situazione:
-party esclusivi a cui mi sono imbucata: 1
-vip incontrati per caso: 1
-n. di calici di vini pregiati aggratis: 3
-n. di biglietti da visita distribuiti: 0
-n. di giri in via tortona: 0
-n. di polpette ingurgitate : 4 ( spero che i prossimi buffet siano light)
-n. di fighi avvistati: 3(di cui 2 erano i camerieri #sapevatelo...)

Gente! ci vediamo per le strade del salone del mobile o a qualche parties esclusivo ;)

stay tunned
kisskiss
feltrinelly